terça-feira, 20 de setembro de 2011

A Volunteer's Last Blog...

 
Since I first arrived at the Faia Brava Reserve in the middle of February until the time came to leave at the beginning of September, I enjoyed every minute of my time working with the Associação Transumância e Natureza. Whether it was pruning trees to reduce the risk of fire, planting seeds, accompanying others as they carried out songbird surveys, research into vulture feeding habits, partridge and rabbit population surveys, or carrying out an inventory of the insect and spiders that call Faia Brava home, I had the opportunity not only to spend time in a beautiful and fascinating landscape, but also to learn an incredible amount about the flora, fauna and geology of this magnificent area. This said, the benefits that I have reaped from these 7 months are most certainly not limited only to this, as I also had the chance to spend time with a group of people who are deeply passionate not only about Faia Brava but about nature and wildlife in general, and who have dedicated themselves to the protection of this natural area and the conservation and wellbeing of its inhabitants. These people – the staff of ATN, its interns, its volunteers, and its collaborators – made the entire experience truly rewarding, enriching and interesting, and for this I am very thankful to them.

Although I was lucky enough to participate in the many aspects of the work being done in the Reserve, one of the activities that I was most involved in was the invertebrate (mainly insects and spiders) inventory that was carried out there between the beginning of April and the end of August. This project aimed to photograph and identify as many invertebrate species as possible during these months, with the goal of creating a thorough species list and a photographic database which could be used by all in the future as an identification guide. The fieldwork has been completed, but the work is still ongoing – much remains to be done to finish the task of identifying and cataloguing all of these species. My hope is that this work can be concluded over the winter months and that when these small creatures begin to appear again in the spring that a usable, valuable id guide to the invertebrate community of Faia Brava will be available not only to ATN but to all those who wish to know more about these tiny inhabitants of the Reserve. 

So again, thanks to everyone at ATN for all their help, support and above all their friendship.





Da quando sono arrivata alla Riserva Faia Brava a metà febbraio fino al momento di partire all’inizio di settembre, ho goduto di ogni singolo momento passato lavorando con l’Associação Transumância e Natureza.
Potando alberi per ridurre il rischio di incendio, piantando semi, accompagnando altre persone mentre facevano inventari degli uccelli canori, ricerche sul comportamento alimentare degli avvoltoi, censimenti delle popolazioni di pernice e conigli, o conducendo un inventario degli insetti e ragni che vivono a Faia Brava, ho avuto l’opportunità non solo di apprezzare questo paesaggio bellissimo ed affascinante, ma anche di imparare tantissimo riguardo flora, fauna e geologia di quest’area stupenda.
Inoltre, ho avuto la possibilità di passare del tempo con un gruppo di persone estremamente interessate non solo a Faia Brava ma alla natura e alla vita selvatica in generale, e chi si dedicano alla tutela di quest’area naturale e alla conservazione ed al benessere dei suoi abitanti. Queste persone – lo staff di ATN, i suoi stagisti, i suoi volontari e i suoi collaboratori – hanno reso l’esperienza davvero gratificante, arricchente ed interessante, e per questo li ringrazio tanto.

Anche se ho avuto la fortuna di partecipare alle molte attività che si svolgono nella Riserva, il censimento degli invertebrati (soprattutto insetti e ragni, svolto tra aprile ed agosto) è il progetto in cui sono stata maggiormente coinvolta. L‘obiettivo di questo progetto era fotografare ed identificare il maggior numero possibile di specie di invertebrati, per creare un elenco di specie ed un database fotografico da utilizzare in futuro come guida all’identificazione.
Il lavoro di campo è stato fatto, ma il progetto non è concluso – rimane ancora molto da fare per identificare e catalogare tutte le specie. Spero che il lavoro possa essere concluso durante l’inverno in modo che, quando queste piccole creature cominceranno ad apparire in primavera, sia disponibile una guida all’identificazione delle comunità di invertebrati di Faia Brava non solo per ATN ma per tutti coloro che desiderano sapere di più su questi minuscoli abitanti della Riserva.

Quindi, di nuovo, grazie a tutti di ATN per il loro aiuto, il loro sostegno e, soprattutto, per la loro amicizia.




Text by: Sarah Pogue
Photos 1, 3 and 5 (from top to bottom): Sarah Pogue
Photos 2 and 4 (from top to bottom): Eduardo Realinho